L'assessore Di Virgilio: ecco come sará il nuovo sistema parcheggi sul lungomare 

16.04.2022
Andrea Di Virgilio e la nuova ciclabile
Andrea Di Virgilio e la nuova ciclabile
 "Dal cavalcavia Valloscura, a ridosso del confine con Lido di Fermo, alla Pinetina Salvadori le auto potranno parcheggiare su entrambi i lati del lungomare. Da via Trieste e fino all'altezza di via Beni gli stalli per le auto saranno posizionati solo sul lato ovest. Da lì fino al porto sia est che ovest come in passato". Il chiarimento del sistema parcheggi sul lungomare con la nuova corsia ciclabile arriva dall'assessore alla viabilità Andrea Di Virgilio. Nelle ultime ore è scoppiata una sorta di agitazione tra i balneari che, tra lavori in corso e prospettive estive, sono in ansia per il  nuovo sistema viario, oltre al caos e la perdita di posti auto che potrebbe mandare in furia i turisti di prossimità.

"Abbiamo avuto più confronti con la categoria - puntualizza Di Virgilio - e insieme discusso su  tutte le criticità, cercando le soluzioni e alternative. Perderemo una novantina di posti auto in tutto ma avremo delle aree verdi a disposizione: quella all'interno del Marina di Porto San Giorgio già in funzione la scorsa stagione, a nord a ridosso di via Marche e ad ovest all'ex ospedale. A luglio ed agosto avremo anche il servizio  gratuito di navetta  per raccordare questi siti. Abbiamo previsto 14 stalli per carico e scarico per agevolare il lavoro dei trasportatori". 

Da via Trieste parcheggi solo lato ovest
Da via Trieste parcheggi solo lato ovest
Marciapiedi lato ovest più stretti, passi carrabili, serie di incroci, ingressi delle abitazioni e scelte che potrebbero portare alla richiesta di altri permessi: la giungla dei parcheggi lato monte sul tratto centrale del lungomare preoccupa e non poco la categoria commerciale.

"Dalle Canossiane alla zona luna park il marciapiede lato ovest non ha una grossa ampiezza e presenta la stessa conformazione - spiega l'assessore alla viabilità -: non mi pare ci siano state situazioni di criticità o proteste in passato. La corsia ciclabile è una rivoluzione culturale nella vivibilità della litoranea e la nuova viabilitá contribuirà ad una razionalizzazione del flusso del traffico. Chi arriverà da sud o da ovest sarà portato a cercare parcheggio prima di imboccare il lungomare e ciò dovrebbe portare ad un calo  dei mezzi in questo tratto di strada, con una minore incidenza nella sosta".

#portosangiorgiotoday