Locali chiusi alle 2 di notte e niente alcool d'asporto dalle ore 20: la linea del Prefetto

01.10.2021
 Nella serata di ieri 30 settembre 2021, si è nuovamente riunito presso il Palazzo del Governo, su impulso del Prefetto di Fermo, il Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica alla presenza dei vertici provinciali delle Forze dell'ordine e del Sindaco del Comune di Porto San Giorgio Nicola Loira.
Anche in tale occasione la seduta è stata convocata in relazione agli episodi di aggressioni e violenze avvenuti sul territorio del comune costiero durante il mese di settembre appena concluso, episodi che hanno destato l'attenzione della comunità locale e delle Istituzioni. Si evidenzia preliminarmente come sia stata implementata, negli ultimi mesi, l'attività info-investigativa svolta dalle Forze di polizia, che assicurano costantemente, sia attraverso il piano di controllo coordinato del territorio (aggiornato nella sua redazione al mese di aprile 2021) sia mediante l'adozione di servizi straordinari anti-movida, la propria costante presenza operativa sul territorio provinciale, al fine di fronteggiare la criminalità ed evitare criticità relative all'ordine pubblico.
Alla luce di alcune doglianze che sono state espresse al Sindaco da parte di alcune organizzazioni del settore, il Comitato è tornato a riunirsi per verificare le misure che l'Ente Locale ha deciso di adottare in proposito.
In particolare l'Amministrazione Comunale, pur prendendo atto del parere emesso dal Comitato, che ha posto l'accento sulla necessità di operare in funzione preventiva attraverso mirati interventi sia sul fronte della chiusura delle attività commerciali a decorrere dalle ore 2 di notte (attesa anche la fine della stagione turistica) sia sul divieto di somministrazione delle bevande alcoliche per asporto dalle ore 20 alle ore 6 del giorno successivo, al fine di porre un argine ai fenomeni illeciti che si stanno registrando, ha ritenuto opportuno al momento procedere con l'adozione della misura sopra richiamata del divieto di somministrazione delle bevande alcoliche per asporto.
Il Comitato ha convenuto che tale metodologia sia da considerarsi sperimentale e che quindi sarà sottoposta a successiva valutazione, dopo alcuni giorni, sulla base degli effetti che ne deriveranno in tema di ordine e sicurezza pubblica e di regole di civile convivenza nell'ambito del predetto territorio comunale.