Gira video porno e poi ricatta la ex per farsi mantenere, 44enne sangiorgese alla sbarra

11.10.2023
Foto d'archivio
Foto d'archivio
Aveva girato scene hard durante la relazione con la sua compagna, poi la ricatta anche con la violenza. Un 44enne sangiorgese è stato rinviato a giudizio dal sostituto Procuratore di Ancona Serena Bizzarri per maltrattamenti familiari e tentata estorsione al termine di una lunga attività di indagine.  L'uomo aveva conosciuto la ragazza in un locale e nel giro di poco tempo il rapporto tra i due si è consolidato fino ad arrivare alla convivenza.

 È qui, tra le mura domestiche, che l'uomo realizza dei video hard. Con il passare del tempo, secondo la ricostruzione degli inquirenti, il rapporto si è fatto litigioso e in più circostanze violento, soprattutto poco dopo la scoperta che la ragazza era in dolce attesa. Il 44enne, che nel frattempo aveva abbandonato il lavoro, da deguito ad atti persecutori fino a richieste di somme di denaro con la minaccia di mandare online le immagini hard registrate durante i rapporti.
Situazione che va sempre peggiorando finchè la ragazza non si rivolge alla Polizia che prima ammonisce il sangiorgese per poi emettere il divieto di avvicinamento, nonostante la presenza della figlia.
Il Sostituto Procuratore di Ancona, luogo dove si sono svolti i fatti perchè i due erano andati a convivere nell'anconetano,  ha chiuso le indagini e rinviato a giudizio l'uomo che nel frattempo è tornato a vivere a Porto San Giorgio.
#portosangiorgiotoday@gmail.com